Tanto per suscitare qualche ricordo personale quasi dimenticato, pubblichiamo – senza troppi commenti – una foto che ci rimanda indietro di parecchi decenni.

É della “Signora Maestra” di Rossa, a riposo, dopo una vita dedicata ai bimbi, in occasione di una gita sul lago, con suo Nipote.

Io la ricordo sempre sorridente. Non è stata mia insegnante ma, nella memoria della mia infanzia, la “Maestra Tamiotti” ha sempre rappresentato  una Personalità (sì, con la maiuscola) di Rossa. Molto intelligente, attenta, vivace, sempre presente, conscia del suo ruolo nella nostra comunità, ma senza orgoglio. Sentimento, questo, di cui oggi troppi si gloriano con eccessiva facilità.

Ho detto che non avrei fatto “troppi commenti”, perciò mi fermo qui.

Augurandovi tanti buoni ricordi!

IMG-20150407-WA0001

Juste pour provoquer des souvenirs personnels, presque oubliés, voici – sans trop de commentaires – une photo qui nous renvoit en arrière de quelques dizaines d’années.

Il s’agit de “Madame l’institutrice”, en retraite, après une vie dédiée aux enfants, avec son petit fils.

Je me souviens qu’elle était toujours souriante. Elle n’a pas été mon institutrice mais, dans la mémoire de mon enfance, c’était pour moi une Personnalité (“P” majuscule) de Rossa. “Madame Tamiotti” était intelligente, attentive, active, toujours présente. Elle avait conscience de son rôle dans notre communauté. Mais sans orgueil. Sentiment qui, aujourd’hui, est trop souvent évoqué. 

Je disais “sans trop de commentaires”. Alors je laisse la place à vos bons souvenirs.

2 Commenti on Mag 20th 2016

2 Responses to “LA SIGNORA MAESTRA (156) Madame l’institutrice”

  1. Gian Maria scrive:

    Grazie caro Francesco,
    per il ricordo che ancora serbi per la mia indimenticata Nonna che tanto ha amato ( come me) Rossa e la sua comunità.
    Mi auguro che presto ti possiamo ancora leggere, come in un recente passato, sul sito da te creato, simpatico ed apprezzato mezzo di aggregazione per tutti noi.

    • francesco scrive:

      Grazie a te per il tuo commento. Da un anno circa mi ero un po’ “ingessato”. Sempre per il timore di non destare interesse o di essere banale. Prometto di rimettermi all’opera!

Lascia un commento